La parola mestruazione deriva dalla parola latina mese, ovvero mensis; in alcune lingue ha la stessa radice della parola luna. È all’ esperienza del ciclo mestruale e la sua corrispondenza con il ciclo della luna che si ispirò il primo concetto di misurazione del tempo.

Il legame delle donne e le loro mestruazioni, la luna, la misurazione e la saggezza, si ritrova nella cultura e nel linguaggio di molte civiltà. Avere una maggiore consapevolezza di questa ciclicità e di questa potente energia creativa che si ripete ogni mese e che la donna custodisce nel suo grembo; permette di comprendere e usare i poteri femminili dell’ispirazione e dell’empatia che portano con sé crescita e comprensione, il superamento della paura della morte e l’unità di mente, corpo, creato e divino.

I 12 pieces bianchi, assorbenti di cotone/lino utilizzati dalle donne in un recente passato, rappresentano i 12 mesi che compongono un anno solare ed ogni uno racchiude in sé una immagine dell’ apparato genitale femminile realizzata utilizzando la tecnica della HAPA ZOME. Questa tecnica molto antica permette di ottenere, attraverso lo schiacciamento dei materiali organici (fiori, bacche, foglie) mediante un sasso o un martello, una diretta restituzione delle loro immagini inprimendone sul tessuto o sulla carta i vividi colori e le forme che li compongono. Il colore rosso delle bacche scelte è associato alle energie della vita; rappresenta il sangue vitale, il sangue della nascita, il sangue della fertilità e il sangue mestruale.

Alcune citazioni dal testo Luna rossa.Capire e usare i doni del Ciclo Mestruale” di Miranda Gray